Comitati Italia-Cuba a sostegno di investimenti e cooperazione

29/05/2017
Comitati Italia-Cuba a sostegno di investimenti e cooperazione

tratto da:
http://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/approfondimenti/comitati-italia-cuba-a-sostegno.html

Presieduta dalla Vice Ministra per il Commercio Estero e gli Investimenti Stranieri (MINCEX), Ileana Nuñez, e dall’Ambasciatore d’Italia a Cuba, Andrea Ferrari, si è tenuta oggi a L’Avana la prima riunione dei Comitati Bi-Nazionali Cuba-Italia, chiamati a gestire i Fondi di Controvalore previsti dagli Accordi bilaterali sul trattamento del debito firmati lo scorso luglio. Per Cuba erano presenti funzionari del MINCEX, del Ministero di Economia e Pianificazione e del Banco Nacional de Cuba; da parte italiana hanno invece partecipato alla riunione funzionari della nostra Ambasciata a L’Avana, del MAECI/DGCS, dell’AICS, nonché di SACE in qualità di advisor tecnici.

Il lavoro avviato dai Comitati Bi-Nazionali è l’ulteriore segno tangibile del rafforzamento delle relazioni bilaterali tra Italia e Cuba portato avanti negli ultimi anni, fornendo uno strumento di supporto alle imprese italiane interessate ad investimenti e progetti con controparti locali a Cuba. Difatti, come previsto dagli Accordi di ristrutturazione del debito concordati lo scorso anno, il governo cubano è impegnato a convertire parte dei debiti commerciali, per un valore di 88,6 milioni di Euro, in un fondo in valuta locale, destinato a finanziare progetti strategici per lo sviluppo del Paese in cui siano coinvolte imprese italiane, preferibilmente di piccola e media grandezza, o joint-venture italo-cubane.

Accanto alle opportunità imprenditoriali, l’attuazione degli Accordi del luglio scorso prevede che i fondi provenienti dal debito generato da programmi di sviluppo a credito di aiuto siano ridestinati ad iniziative di cooperazione, con un totale di circa 13 milioni di Euro in un ulteriore fondo in valuta locale, per finanziare progetti volti allo sviluppo umano e socio-economico sostenibile di Cuba.

I Comitati Bi-Nazionali si sono, dunque, riuniti per approvare i relativi regolamenti interni e per stabilire i meccanismi di accesso ai Fondi di Controvalore e i criteri per la definizione dei progetti eleggibili dai Comitati. In particolare, come previsto degli Accordi sul trattamento del debito, le risorse del Fondo di Controvalore (nelle due componenti commerciale e di cooperazione) potranno essere destinate a sovvenzionare – in valuta locale – componenti di spesa da effettuare a Cuba dei progetti di investimento, industriali o di sviluppo approvati dai due rispettivi Comitati. Nelle prossime settimane saranno fornite maggiori informazioni sulle modalità per la presentazione delle proposte da parte delle imprese interessate.